Al momento stai visualizzando La natura si risveglia

La natura si risveglia

0 Condivisioni

Marzo è appena iniziato e con il suo arrivo porta l’inizio della primavera. La natura si risveglia ancora una volta con fiori e colori.

Si ha il passaggio dalla quiete invernale all’improvviso slancio di vitalità indicativo della primavera ed è un periodo emozionante nei campi di tè. In Giappone, il primo tè raccolto è chiamato shincha, o nuovo raccolto di tè; in India o in Nepal lo chiamiamo “first flush”; in Cina è noto come “Pre-Qing Ming”.

Sebbene le usanze della raccolta siano praticate in modo diverso in Cina e Giappone, i due paesi produttori di tè verde più prolifici del mondo, la storia mostra forti tradizioni e considerazioni per il percorso seguito dalla raccolta del tè.

In Cina, ad esempio, la nuova vegetazione a foglia viene raccolta in una fase molto giovane. Questa pratica è un residuo storico delle preferenze del tè degli imperatori, che avrebbero attraversato i campi di tè alla ricerca di un tè raro e di altissima qualità. I coltivatori di tè hanno risposto scegliendo di raccogliere solo le punte più piccole di un verde molto chiaro in un raccolto all’inizio della primavera, chiamato mingqing; dopo il mingqing arriva il periodo di raccolta del qingming, quando vengono utilizzate punte leggermente più grandi.

In Giappone, il “gold standard” del tè tradizionale definisce il raccolto ottimale esattamente l’88° giorno dall’inizio della primavera. I coltivatori di tè giapponesi ritengono che raccogliere solo le punte del tè faccia mancare quell’equilibrio ottimale tra sostanze nutritive e sapore, il che dimostra anche l’enfasi che i giapponesi attribuiscono alla longevità e al consumo del tè per la migliore salute.

Inizia la stagione della raccolta

All’inizio di febbraio, quando la luce del sole diventa più luminosa di giorno in giorno, si sente chiaramente l’avvicinarsi della primavera. Nel calendario giapponese di 24 Sekki, un tradizionale almanacco contadino, questo giorno è considerato l’inizio della primavera. Da questo punto, l’aria inizia a riscaldarsi e le piante di tè dormienti mostrano finalmente segni di ricrescita.

Altri segni in natura che mostrano l’arrivo della primavera sono l’arrivo di gemme e fioriture speciali. I fiori di prugna indicano che l’aria è abbastanza calda da far emergere le minuscole punte primaverili delle piante di tè. Tra qualche mese inizieranno a fiorire i fiori di ciliegio.

Presto arriveranno i nuovi raccolti di tè, nel frattempo beviamo tanto tè bianco.

Pai mu tan

Yin zhen